psr_lazio

Un’agricoltura consapevole e innovativa

Legge sulla filiera corta
Maggiore garanzia sull’origine e sulla provenienza dei prodotti, rivalutando l’aspetto etico dell’agricoltura e creando un rapporto privilegiato, diretto e consapevole tra consumatore e produttore.
Sostegno alla somministrazione e alla vendita dei prodotti provenienti da filiera corta privi di Ogm.
Prevista anche la creazione di zone contigue definite “distretti biologici”.

Programma di Sviluppo Rurale

Per il periodo 2014-2020 sono stati quindi stabiliti tre obiettivi strategici:

  • il miglioramento della competitività dell’agricoltura;

  • la gestione sostenibile delle risorse naturali e l’azione per il clima;

  • uno sviluppo territoriale equilibrato per le zone rurali.

Stanziati 780,120 milioni (tra fondi comunitari, nazionali e regionali), incrementati di ulteriori risorse dopo il terremoto.

I bandi regionali più innovativi

– Bando per l’ammodernamento delle imprese agricole per gli investimenti materiali e immateriali finalizzati all’ammodernamento delle strutture e all’introduzione di tecnologie innovative.

– Bando per l’agricoltura biologica con l’obiettivo di incentivare gli agricoltori a convertire e mantenere l’azienda agricola al metodo di produzione biologico escludendo l’uso di “input chimici” di sintesi

– 45 milioni di euro per favorire il ricambio generazionale nella gestione delle imprese agricole, agevolando l’accesso al capitale fondiario da parte dei giovani agricoltori, incentivando i processi di ricomposizione fondiaria e promuovendo tecniche innovative per la produzione agricola.

 

Condividi l'articolo:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page