Tag beni confiscati

Decreto Salvini un favore alle mafie

anbsc

Mettere sul mercato i beni confiscati alla mafia, prevedendo che i privati possano accedere direttamente al riacquisto, come prevede il decreto sicurezza voluto dal Ministro Salvini e approvato ieri in Senato della Repubblica, è una pessima idea che pone a rischio il valore del loro utilizzo a fini sociali e aprirebbe la possibilità che i beni stessi finiscano nelle mani di prestanome delle stesse mafie. Uno dei capisaldi della lotta alle mafie è stato il recupero dei beni immobili, che con la legge 109/96 ha consentito di aggredire i patrimoni mafiosi in questi anni. L’Agenzia per i beni confiscati è stata un modello di efficienza e gestione in questi anni e deve continuare a essere impegnata sul lavoro di recupero delle finalità inserite nella legge, non può finire a occuparsi di fare cassa con la vendita dei beni.

Continua

####

Un bando regionale per la ristrutturazione dei beni confiscati alle mafie

beni_confiscati

Oggi con il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il prefetto Ennio Mario Sodano direttore dell’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata e Gianpiero Cioffredi, presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità abbiamo presentato, in una conferenza stampa tenutasi all’interno di un appartamento confiscato alla Magliana ad noto sodalizio del narcotraffico romano, un bando regionale per la ristrutturazione di beni confiscati alla criminalità organizzata. Il bando di 488mila euro, che si aggiunge ai 720mila euro erogati dalla Regione Lazio nel 2018 per il finanziamento di 13 progetti presentati da Comuni e associazioni, segna la continuità dell’impegno della Regione nel sostegno agli Enti Locali e al Terzo Settore per il riutilizzo sociale dei beni immobili confiscati alle mafie. Le domande per la partecipazione al bando dovranno essere inviate entro il 19 novembre. Il Lazio si fa

Continua

#######